Il Dollaro nella storia: le origini

Esso è il nome dell’unità monetaria di diversi paesi, tra i quali Stati Uniti, Australia, Canada, Hong Kong, Nuova Zelanda, Singapore.

Quello che però molti non sanno è che nello specifico caso del dollaro la moneta “madre” in realtà era il doleras spagnolo usato anche nelle colonie Nordamericane per comodità. Altra particolarità ignota è che fino alla seconda guerra mondiale era suddiviso in sottomultipli chiamati 1000 mills e che il dollaro americano esiste sia nella sua versione in moneta “sonante” che in quella cartacea, più famosa al grande pubblico.

Sulla moneta che da decenni è ormai la padrona del mondo, non per niente petrolio e oro sono valutati in dollari, c’è molto da dire sia perchè ha assunto ormai un ruolo egemone nell’economia, sia perchè la sua storia come anche le sue “decorazioni” hanno visto interpretazioni tra le più disparate. In particolar modo, in quest’ultimo caso si tratterebbe di una serie di teorie che vogliono il dollaro come sintesi di simbolismi massoni e altre espressioni richiamanti antichi codici settari.

In realtà, il simbolo massone è ampiamente presente sulla banconota, ma c’è da specificare che anticamente l’aspetto di “setta segreta” che aleggia intorno alla massoneria, oggi, e al suo concetto, nel passato non esisteva. Infatti, al massimo, si potrebbe accomunarla a una sorta di corrispettivo di club esclusivo dei giorni nostri. Un filone “complottista” che si è prolungato fino ai nostri giorni. Infatti a dare man forte a queste teorie, il fatto che a stampare moneta è la Federal Reserve dal 1929, almeno quelle fino ai 100$, ovvero il taglio maggiore. Il ruolo delle banche centrali nell’ultima, attuale crisi, ha visto anche il ritorno di interpretazioni piuttosto estreme delle figure presenti sulla banconota, cosa che ha favorito il diffondersi e il rafforzarsi di teorie “complottiste” nate dal biglietto verde. Una tendenza rafforzata anche dal ruolo di potenza egemonica (e spesso anche dalla sua prepotenza economica) che ha diimostrato più volte nel mondo.

Enhanced by Zemanta

Leave a comment

Your email address will not be published.


*