Integratori alimentari per il fitness

L’utilizzo degli integratori alimentari negli ultimi anni si è diffuso largamente nell’ambito del fitness, anche tra coloro che fanno sport in modo amatoriale.

Un’alimentazione equilibrata con il giusto apporto calorico e che comprende  carboidrati (zuccheri), proteine, grassi, vitamine e minerali in proporzioni adeguate, secondo la classica piramide alimentare, garantisce una buona performance sportiva a coloro che non fanno un’attività agonistica.

Se si pratica uno sport per più di 1 o 2 ore 3 o 4 volte a settimana, e nei casi in cui un medico decida di prescriverli, gli integratori possono essere un ottimo alleato.

Un atleta infatti ha un dispendio calorico e una dispersione di vitamine e sali minerali superiore ad una persona con un’attività fisica normale. Il suo equilibrio quindi è più precario e spesso non riesce ad integrare tutte le sostanze necessarie attraverso l’alimentazione.

Quali sono i principali integratori che vengono assunti da chi pratica fitness?

Innanzitutto integratori di sali minerali e vitamine. Questi nutrienti sono fondamentali per la nostra salute. Un atleta è più soggetto al rischio di avitaminosi. Inoltre un giusto apporto vitaminico, soprattutto del gruppo B, garantisce un corretto mantenimento delle prestazioni sportive.

Una cosa che non tutti sanno è che assumere più vitamine di quante il nostro corpo è in grado di assimilare può portare a disturbi anche gravi. Nel caso in cui non riusciamo ad eliminare le sostanze superflue attraverso l’urina queste possono intossicarci letteralmente provocando cefalee, nausee, vomito e perdita di peso. In particolare possono risultare dannose le vitamine del gruppo A.

YouTube video

Dobbiamo quindi prima di tutto cercare di assumere le giuste vitamine attraverso l’alimentazione. Le vitamine del gruppo B si trovano in carne, pesce, uova, latte e derivati del latte, frutta e verdura.

Molto importanti sono anche le vitamine A, C e E oltre a sali minerali che sono potenti antiossidanti come zinco e selenio.

Altri integratori molto utilizzati sono quelli a base di proteine (aminoacidi). Vengono assunti soprattutto da chi pratica sport di potenza come il body building per la falsa credenza che aiutino a sviluppare i muscoli. Le proteine svolgono una funzione molto più importante ossia riparare le strutture muscolari danneggiate. Non interferiscono con la crescita di volume o resistenza dei muscoli.

Uno sportivo deve quindi assumere più proteine rispetto ad un individuo sedentario. Il modo migliore però è arricchire la dieta con alimenti ricchi di proteine ad alto valore biologico come pesce, carne, uova, latticini e soprattutto formaggi come il Parmigiano Reggiano e il Grana Padano DOP che ne sono ricchi. Integrare le proteine con l’alimentazione protegge dai rischi di un’eccessiva assunzione che comporta danni anche seri a reni e ossa.

Accanto all’assunzione degli integratori alimentari, alleati preziosi soprattutto se prescritti da un medico,  è sempre bene abbinare una corretta alimentazione che comprenda almeno 4 o 5 porzioni di carboidrati, preferibilmente integrali perché contengono anche molte fibre; 1 o 2 porzioni di alimenti proteici come pesce, formaggi o carne; 2 porzioni di verdura e 3 di frutta cercando di variare nei colori e di scegliere prodotti di stagione e biologici. Infine è sempre meglio condire con olio extravergine di oliva ricco di vitamina E.

 

Post della stessa categoria: