Moringa oleifera: benefici e vantaggi per il corpo

La pianta denominata Moringa Oleifera, viene spesso riconosciuta con il nome “Albero delle Bacchette” (in inglese Drumstick Tree). 

La forma caratteristica dei suoi frutti – che sembrano proprio delle bacchette – ha portato la pianta ad ottenere questo particolare soprannome. 

Foglie, semi, frutti e radici della moringa sono completamente edibili e ricche di sani nutrienti.

In alcune culture l’albero delle bacchette prende il nome di “albero dei miracoli”, dotato di incredibili proprietà benefiche per tutto il corpo. 

Originaria del nord est dell’India, la moringa oleifera è oggi diffusa nelle regioni tropicali e subtropicali dell’Africa, del sud America e di alcune isole caraibiche.

Era già nota ai tempi delle antiche civiltà, sfruttata dai Romani e dalle popolazioni della Grecia del passato. 

In effetti, la leggenda narra che i guerrieri Maurian (antichi guerrieri indiani) riuscirono ad opporsi alle truppe di Alessandro Magno proprio grazie alla resistenza recuperata dal consumo quotidiano di estratto di foglie di Moringa. 

Il potere nutritivo della Moringa

Nel corso degli anni, la moringa oleifera è stata studiata con interesse da diversi scienziati. La stessa Organizzazione Mondiale della Sanità ha proposto la Moringa come strumento di integrazione alimentare per combattere il problema della malnutrizione. 

Foglie, semi, frutti e radici della moringa sono completamente edibili e ricche di sani nutrienti. Inoltre, questa incredibile pianta ha la capacità di crescere durante la stagione secca, quando la maggior parte delle verdure scompare per il tempo sfavorevole. 

L’insieme di queste caratteristiche, rende la moringa oleifera la pianta ideale per superare il problema della malnutrizione. 

YouTube video

Addirittura, gli scienziati hanno preso a definirla la “pianta più ricca di nutrienti mai scoperta”. Il suo potere nutritivo è effettivamente superiore alla maggior parte dei frutti scoperti; i suoi benefici per il corpo più che significativi. 

Soprattutto, la pianta offre al corpo una buona dose di:

  • Proteine:
    La maggior parte delle proteine arriva dalle foglie, che da sole contengono una percentuale base di tutti gli amminoacidi essenziali
  • Acidi grassi
    Soprattutto acido alfa-linolenico
  • Vitamine
    Vitamine del gruppo A, gruppo B, C, D, E e K
  • Fenoli 
  • Steroli vegetali 
  • Flavonoidi (quercetina)
  • Isotiocianati 
  • Minerali
    Soprattutto calcio, potassio, magnesio, ferro, manganese e zinco 

Post della stessa categoria: